Blog

Martedì, 03 Agosto 2021 10:23

Ma cos'è il DOGA? Ecco lo yoga per cani e gatti spiegato in breve.

Scritto da Serena
Vota questo articolo
(4 Voti)

Oggi desidero parlarti di come fare yoga con il proprio animale domestico, una pratica dai tanti benefici che viene anche chiamata “Doga” o “Catyoga”. Da qualche tempo anche gli animali hanno iniziato ad integrare le pratiche di yoga e a farsi un posto sul tappetino. 

Il Doga è una nuova tendenza dagli Stati Uniti che ti permette di fare yoga con il tuo compagno a quattro zampe. 

 

Praticare yoga con il proprio animale domestico: come fare

Durante le tue sessioni di yoga, che tu sia in gruppo o a casa, aiuterai il tuo corpo a liberarsi dallo stress, dalle preoccupazioni quotidiane ed a concentrarsi sull'essenziale. L'obiettivo è avvicinarsi alla meditazione, connettersi con il corpo per sentirsi in questa grande unicità. Quando un animale si unisce alla tua pratica, sarà per te un ‘esperienza unica, divertente e forte condivisione ed unione . Il tuo animale parteciperà molto alla tua pratica ed al tuo relax. Avere un cane, un gatto o un coniglio ti aiuta anche a regolare la frequenza respiratoria e a rilassarti più facilmente durante la fase di, appunto, rilassamento.

Insomma, fare yoga con il tuo animale domestico fa bene a te e a lui!

 

Il Doga: guida allo yoga con il cane

I cani sono ottimi compagni di yoga. Attenti e vicini al loro padrone, raddoppieranno i loro sforzi e tenderanno ad imitarvi. Tuttavia, a volte è difficile contenerli e la sessione può trasformarsi in un disastro. Ecco alcuni suggerimenti: 

  • Approfitta delle ore tranquille: trova il momento giusto, non chiedere al tuo cane di calmarsi quando è pieno di energie. 
  • Fai una bella passeggiata o una sessione di gioco dinamico, in modo da poter poi approfittare dei tuoi momenti tranquilli di riposo per provare una sessione di Doga. 
  • Stai calma e zen: metti il tuo tappetino, la tua musica e fai la tua solita pratica senza preoccuparti del tuo animale domestico. Se hai scelto il momento giusto, verrà da solo a riposare o addirittura a seguirti nei tuoi movimenti. È molto importante rimanere concentrati sull'obiettivo della pratica .Non arrabbiarti perché il tuo cane è irrequieto oppure viene ad “intralciare la tua pratica”  Stai calma, accarezzalo, chiedigli di muoversi lentamente e se è troppo complicato, cambia semplicemente stanza: ci proverai la prossima volta. 
  • Premia il tuo cane: quando il tuo animale inizia ad imitarti, sbadigliando, stiracchiandosi... Congratulazioni con lui!
  • Inizia con piccole pratiche: nei primi giorni, fai sessioni brevi di 15-20 minuti al massimo. Se e quando il tuo cane collabora, puoi prolungare la tua pratica. 

 

Il Catyoga: guida allo yoga con il gatto

I gatti sono generalmente più indipendenti, ma il loro carattere e la loro flessibilità li rendono ottimi compagni per lo yoga!

Lo stretching, la meditazione e il loro lato “zero stress” fanno del tuo gatto un professionista della disciplina. I suo manto morbido e le sue fusa permetteranno al tuo corpo di rilassarsi

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti ad affrontare la tua pratica di Catyoga con sicurezza: 

  • Scegli il momento giusto: proprio come con i cani, è fondamentale che il tuo gatto sia in atteggiamento di riposo. L'ideale è farlo dopo un momento di gioco. 
  • Dai al tuo gatto uno spazio per unirsi al tuo relax. Un cestino o una coperta accanto al tappeto andranno benissimo! Non esitare a mettere della musica per favorire il suo ed il tuo rilassamento. Lascia che venga da te, senza imposizioni
  • Rimani zen in ogni circostanza: non sei più solo nel fare yoga, anche il tuo animale e i suoi stati d'animo sono con te. Quindi, se il tuo gatto inizia a strisciare nelle tue zampe, attacca i tuoi piedi per giocare e non può resistere, ignoralo, si annoierà e si calmerà da solo. Se il suo comportamento diventa davvero dannoso per la tua pratica, accorcia il tuo programma e tenta di nuovo in un altro giorno in una fascia oraria diversa. 

 

 

Quali animali possono praticare yoga?

Tutti gli animali possono praticare yoga: che tu abbia un furetto, un coniglio nano, un criceto o un altro animale, non c'è limite a fare yoga, devi solo adattarti e non forzarlo, tuttavia alcuni sono più ricettivi di altri. Ovviamente è importante tenere in considerazione il carattere del tuo animale e non imporgli questa attività.

Per i nuovi animali domestici è meglio che siano abituati a te e che siano liberi per la tua casa allo stato brado, altrimenti potrebbero avere paura del tuo tappeto e dei tuoi movimenti strani. 

Ti suggerisco quindi di far abituare il tuo furetto, coniglio nano o altro al suo ambiente e mostrargli delicatamente il tappeto senza spaventarlo.

Inizia la tua sessione sdraiandoti senza muoverti sul tappetino, il tuo animale domestico verrà incuriosito a scoprire le novità. Una volta rassicurato, inizia gli allungamenti e le posizioni yoga, anche il tuo animale domestico si avvicinerà a te per rilassarsi. Se necessario, puoi dargli il suo cestino preferito con alcune prelibatezze.  

Infine, se vuoi fare yoga in compagnia di animali, sono diverse le associazioni che in Italia che stanno iniziando a introdurre questo tipo di attività, al Doga oppure Catyoga. Questo a volte permette agli animali abbandonati di trovare una famiglia per la vita!

 

Letto 376 volte Ultima modifica il Mercoledì, 04 Agosto 2021 16:58
Devi effettuare il login per inviare commenti

Ovunque Yoga

Benvenuti nel mio sito OVUNQUE YOGA, mi chiamo Serena e sono un’insegnante di Hatha Yoga.
Mi sono avvicinata allo yoga in un momento particolare  della mia vita e grazie a questa disciplina ho trovato la mia ancora di salvezza per tutti i benefici che mi ha apportato tra cui la sicurezza e la fiducia in me stessa.

Ultimi dal blog

Search